fbpx
News

Switch2Product chiude l’edizione 2023 con il Demo Day e inaugura il programma 2024

Sono stati 21 i progetti finalisti del percorso di accelerazione di Switch2Product 2023 che hanno presentato la propria idea davanti a una platea di investitori e aziende. Il Demo Day, che si è tenuto al Politecnico di Milano, è la tappa finale del lavoro compiuto durante i 4 mesi di accelerazione coordinati da PoliHub – Innovation Park & Startup Accelerator, durante i quali le startup hanno raccontato come intendono portare sul mercato le proprie innovazioni tecnologiche e scientifiche. 

Nel pomeriggio è stata, inoltre, presentata la XVI edizione di Switch2Product, la cui fase di raccolta candidature si chiuderà l’8 luglio. S2P è il Programma d’Innovazione organizzato da PoliHub, Technology Transfer Office del Politecnico di Milano e Officine Innovazione di Deloitte, nato per supportare la creazione di startup innovative, valorizzando i risultati dell’attività di ricerca e promuovendo l’imprenditorialità. 

DALL’IDEA ALLA STARTUP 

Colmare il gap tra mondo accademico e industria, stimolare la cultura d’impresa e trasformare le buone idee e progetti di ricerca in startup: questi gli obiettivi di Switch2Product che si rivolge a studenti, ricercatori, dottorandi di ricerca, docenti e alumni del Politecnico di Milano, POLIMI Graduate School of Management e Poli.design. 

I team selezionati verranno affiancati da PoliHub lungo un percorso di formazione imprenditoriale e potranno accedere a grant e percorsi di accelerazione su misura, allo scopo di entrare in contatto con investitori e partner per realizzare un prototipo industriale o ottenere investimenti mirati a trasformare l’idea in una startup.  

Le categorie sono quattro: Health&Med Tech, Climate Tech & Circular Economy, Industries Transformation, New ways of working and living.  

I PARTNER 

 La forza di Switch2Product è rappresentata non solo dal numero dei partecipanti ma anche dal supporto che deriva da partnership consolidate, come quella con Camera di commercio di Milano Monza Brianza e Lodi, confermata Empowering Partner anche per questa edizione, che premierà tre progetti tecnologici, in grado di dare risposte concrete ai temi della transizione energetica, dell’economia circolare, del turismo sostenibile e della trasformazione digitale sia in ambito sociale, culturale e creativo, sia in ambito lavorativo. 

Due i fondi coinvolti nel programma che, in qualità di Investor Partner, supporteranno i progetti a valle del percorso di accelerazione: Poli360, nato dalla collaborazione tra il fondo di Venture Capital 360 Capital e Politecnico di Milano, dedicato al trasferimento tecnologico e al go-to-market; Tech4Planet, il Polo Nazionale di Trasferimento Tecnologico di CDP Venture Capital Sgr, nato in collaborazione con il Politecnico di Milano insieme al Politecnico di Bari e di Torino, dedicato ai progetti concepiti all’interno dei laboratori di ricerca dedicati alla Sostenibilità ambientale. 

A sostenere il programma anche i Community Partner: Alumni del Politecnico di Milano, POLI.design, Entrepreneurship Club POLIMI, Jemp, Enactus e Starting Finance Club 

SWITCH2PRODUCT: UNA SFIDA PER L’INNOVAZIONE 

 Le candidature saranno aperte fino all’8 luglio. Da quel momento in poi partirà il processo di selezione, suddiviso in tre step: una prima fase in cui PoliHub selezionerà i 90 progetti più promettenti; una seconda fase in cui una giuria composta da investitori, esperti di mercato e aziende partner individuerà i migliori 45 progetti che parteciperanno alle 5 settimane di pre-accelerazione. Infine, una terza fase che decreterà i vincitori. 

I team arrivati allo step finale potranno ricevere: 

  • l’accesso, su invito di PoliHub, al percorso di accelerazione della durata di 4 mesi, dedicato allo sviluppo imprenditoriale e tecnologico  
  • contributi economici allo sviluppo messi a disposizione dal Politecnico di Milano e dai Partner dell’Iniziativa, suddivisi in: Grant S2P, erogati dal Technology Transfer Office (TTO) del Politecnico di Milano e Special Grant, messi a disposizione dai Partner.

Tutti i partecipanti riceveranno l’accesso per un anno alla community di PoliHub. 

“Switch2Product si conferma un’occasione importante per chiamare a raccolta le idee imprenditoriali che nascono all’interno del nostro Ateneo e della nostra comunità. Sedici anni fa questa poteva sembrare una sfida, oggi è un punto fermo. Lo testimoniano i risultati raggiunti: oltre 1.000 idee valutate e 70 aziende costituite. Un buon punto di partenza, ma possiamo fare meglio. Abbiano al nostro fianco investitori e partner di primo piano. Abbiamo le competenze sviluppate all’interno di PoliHub, così come infrastrutture e laboratori all’avanguardia. Tutto ciò che serve per mettersi alla prova in un ambiente che nasce per promuovere e alimentare l’innovazione”, commenta Donatella Sciuto, Rettrice del Politecnico di Milano  

“Il trasferimento tecnologico consente di valorizzare il know-how accademico, generare innovazione e favorire lo sviluppo economico e sociale. Nel contesto italiano caratterizzato da una ricca base di conoscenze e strumenti scientifici e tecnologici, il trasferimento tecnologico assume un ruolo cruciale per promuovere la competitività industriale e operare in mercati dinamici, incerti e globali. Nonostante l’Italia abbia tutti i requisiti per eccellere in questo ambito, c’è ancora un importante gap con i Paesi europei più evoluti e solo partnership affermate e durature come quelle tra Deloitte e il Politecnico di Milano – sicuramente la più consolidata a livello Paese su questi temi –  sono in grado di portare competenze e culture sinergiche,  facilitando la creazione di un network di ricerca universitaria e la contaminazione tra imprese, con l’obiettivo di far evolvere il sistema di trasferimento tecnologico verso un modello più efficace e sostenibile”, afferma Gabriele Secol, Partner di Officine Innovazione. 

“Switch2Product è il più longevo programma dedicato alle startup deep tech.  Dal 2018 al 2023 sono 133 i progetti accelerati all’interno di S2P con 2,16 milioni di euro di grant da parte degli organizzatori e dei partner, 36,8 milioni di euro in investimenti cumulati, raccolti dalle startup partecipanti. Sono numeri che – accanto alle oltre 10 mila idee valutate da PoliHub dal 2015 e ai 251 milioni raccolti, di cui 104 solo nel 2023 – raccontano un successo che, ogni anno, aggiunge un nuovo capitolo alla storia del Politecnico, un ateneo che crede fortemente nel valore dell’imprenditorialità che sarà sempre più uno dei suoi asset strategici”, conclude Marco Bocciolone, Presidente PoliHub.   

Per ulteriori info, www.s2p.it. 

Author

Francesca